Progetta la tua cucina perfetta in 4 passi

Progetta la tua cucina perfetta in 4 passi

La cucina è l’ambiente di principale attenzione di una casa ed è il punto di partenza quando si tratta di arredare. Per queste ragioni è essenziale dedicare il giusto tempo alla sua progettazione riflettendo con cura sulle sue caratteristiche, al fine di realizzare una composizione che sia perfettamente in linea con le proprie esigenze.

La progettazione della propria cucina non è solo una questione di misure o tecnologia, ma anche di immaginazione! Comprendere le tue esigenze richiede uno studio approfondito su come intenderai vivere l’ambiente, e il metodo migliore per farlo è immaginare te stesso all’interno della tua cucina ideale, partendo dai movimenti che farai nello spazio fino alla preparazione delle tue ricette preferite.

Abbiamo elaborato una serie esercizi che ti permetteranno di pensare e progettare la tua cucina ideale tenendo sempre a mente le tue specifiche esigenze: ritagliati del tempo durante il tuo prossimo giorno libero per poterli fare e rifare così da avere le idee chiare quando inizierai ad elaborare il progetto dell’ambiente.

1) Prendi le misure secondo te e appropriati del tuo spazio!

Le misure da te percepite sono importanti tanto quanto quelle misurabili in centimetri.

Per realizzare una soluzione perfetta dovrai concentrarti sulle percezioni che ti provengono dalle dimensioni e dalla conformazione dello spazio.

Inizia a percorrere il perimetro della stanza contando i passi a voce alta, poi osserva per almeno dieci secondi l’intero ambiente da ognuno degli angoli tenendo le spalle appoggiate alle pareti. Ripeti questo esercizio adesso dal centro delle pareti anziché dagli angoli. In questo modo potrai avere una visione più chiara di tutto l’ambiente da ogni prospettiva. A questo punto passeggia lentamente nell’ambiente e concentrati sulle sensazioni che via via percepisci; dopo qualche minuto di esplorazione prova ad individuare le aree in cui hai le percezioni migliori.

Questi esercizi di esperienza sensoriale delle caratteristiche dell’ambiente ti agevoleranno nelle idee, nelle valutazioni e nelle scelte di utilizzo dello spazio disponibile.

2) Desidera e immagina, organizzando lo spazio a seconda di come vorrai viverlo.

Dopo aver avuto una visione chiara e una corretta percezione degli spazi, immagina ora l’ambiente della tua cucina in condizioni d’uso; stai svolgendo le attività che più ti piacciono (cucinare, conversare con amici e familiari, preparare uno spuntino).

Lo spazio ora è attrezzato e ti consente di muoverti, stare in compagnia, organizzare, dirigere e preparare. Immaginandoti in queste situazioni e percependo le dimensioni dell’ambiente vedrai nascere le tue idee sull’organizzazione dello spazio; annota tutto evidenziando i tuoi obiettivi di risultato.

La composizione della tua cucina sarà così determinata da come tu vuoi vivere la tua cucina; le misure fisiche interverranno solo dopo nella progettazione tecnica che dovrà realizzare i tuoi desideri.

Seguendo questo principio potresti individuare la composizione ideale della tua cucina: potresti capire ad esempio che la tua cucina è perfetta per una composizione con isola, molto apprezzata per la capacità di intrattenimento degli ospiti e la versatilità nella progettazione degli arredamenti open space.

3) Metti in scena “la mia ricetta preferita” e trova la tua costellazione.

L’organizzazione delle zone-funzione in cucina è fondamentale per poter svolgere le attività in modo semplice e naturale, e una corretta progettazione faciliterà i movimenti all’interno dell’ambiente.

Sia che tu organizzi la tua cucina per la prima volta, sia che tu stia per cambiarla dopo anni ed anni di esperienza, potrà essere utile un altro esercizio di simulazione.

Prova a “mimare” tutti i movimenti necessari per preparare la tua ricetta preferita. Prendi gli ingredienti, lavorali, uniscili; prendi pentole, padelle ed ogni utensile necessario; avvia la cottura e non dimenticare i rifiuti da differenziare.

Se provi a immaginare le linee tracciate dai tuoi movimenti ed i punti di partenza e di arrivo di ogni cosa che si muove, verrà presto fuori una vera e propria costellazione nello spazio della tua cucina.

Ora pensa a quante cose farai: facile immaginare un universo di costellazioni di movimenti che vanno dal caffè della mattina alla cena più sofisisticata.

Con questo esercizio di immaginazione potrai progettare tutti i movimenti e di conseguenza la disposizione degli oggetti nell’ambiente per ottenere la massima efficienza delle tue zone-funzione.

4) Risparmia tempo e conquista la tua libertà in cucina.

È davvero incredibile scoprire quanto tempo possa regalarti un ambiente ben organizzato, con la cucina che diventa una vera e propria macchina del tempo (nulla di fantascientifico, non ti servirà il plutonio!)

Prova con questo semplice esercizio, pensa da specialista: “ora devo solo lavare” oppure “ora devo solo provvedere alla cottura”; considera le attività una per volta come se le altre non esistessero; a questo punto concentrati sui tempi necessari per ogni operazione (guarda ai tempi di attività ed a quelli di attesa), troverai che le caratteristiche delle tue attrezzature intervengono in modo determinante nel dettare i tempi delle tue attività in cucina.

L’interesse che avrai sviluppato con l’esercizio per le tue macchine del tempo ti farà meglio notare e valutare le proposte innovative, tecnologiche ed organizzative, di cui oggi puoi disporre: dagli accessori funzionali ai sistemi di apertura dei mobili, dai materiali innovativi ai piani cottura a fiamma diretta, dai lavelli monovasca ai dispenser integrati.

Potrai creare la tua “macchina del tempo” in cucina utilizzando queste novità secondo le tue idee.

A presto!

Hai bisogno di aiuto nella progettazione della tua cucina?

Richiedi una consulenza con uno dei nostri esperti.

0 Condivisioni

About the author

Articoli correlati

Hyuman incontra Scavolini a Capodichino

Il 3 dicembre 2016 Scavolini incontra Hyuman a Capodichino. 

Cosa è Hyuman?

Ce lo siamo chiesto, e lo abbiamo chiesto a voi....

Samantha Biale, Hyuman e la pausa pranzo

Chi non ha mai avuto problemi ad organizzarsi in pausa pranzo?...

Hyuman è alla 61a Fiera della Casa di Napoli

Hyuman presenta in anteprima alla 61a Fiera della Casa la...

Leave Your Comment